Servizi

Come fare la dichiarazione di rispondenza?

Allora la risposta facile non c'è, quindi se siete deboli di cuore già qui ci possiamo salutare. Se invece siete dei masochisti come me, iniziamo la trattazione. Cominciamo per gradi scrivendo cosa NON si può fare. E sicuramente non si può fare la dichiarazione di rispondenza. Perché essa nasce proprio per sanare tutte le situazioni, (ballerine) che si erano venute a formare con l'entrata in vigore della 46/90.

dichiarazione di rispondenza

Decreto Ministeriale nasce in fatti con lo scopo di perdonare il passato ma non sgarrare sul futuro. Ecco perché la dichiarazione di rispondenza è assolutamente vietata per gli impianti conclusosi dopo il 27 marzo 2018.

Alcuni elettricisti a Firenze diranno eh ma come faranno a capire quando è stato fatto l'impianto. Semplicemente perché le numerosissime norme tecniche in tutte le categorie di impianti. Le norme CEE, UNI, impianti elettrici, idraulici, antincendio. Hanno imposto negli ultimi anni di apporre chiaramente sui prodotti che escono dalle fabbriche tutte una serie di dati, che possono definire l'anno di produzione.

Questi prodotti possono essere generatori di calore, interruttori magnetotermici tubi corrugati, pieghevole, scatole di derivazione, quadri elettrici, cavi, salvavita. Estendo il mercato fortemente dinamico, dovuto alla continua uscita di nuovi prodotti. E' sempre più facile risalire a quando un singolo prodotto è entrato in commercio.

E  in caso di emergenze Chiamate il numero telefonico 3206231244 sarà disponibile come  pronto intervento 24 ore su 24.